Un mondo di gusto - EXPO 2015

“Non fermatevi! Guardate al cuore delle cose”
November 20, 2014
Show all

Un mondo di gusto – EXPO 2015

Laboratorio di arte e immagine per EXPO 2015

Durante le prime settimane scolastiche di settembre, noi bambini delle classi quarte abbiamo lavorato ad un progetto per il concorso “Un mondo di gusto” bandito dalla rivista Focus Junior in occasione di EXPO 2015.

Il nostro compito è stato quello di decorare una cartina geografica, rappresentante il planisfero, con frutta secca, peperoncini, sabbia e tanti altri materiali naturali. Abbiamo incollato sopra alle rispettive nazioni i frutti e le verdure più coltivate. In Perù abbiamo messo il mais, in India le banane, in Italia e Spagna gli agrumi, e così via.

Nell’elaborazione di questo progetto noi bambini facevamo a turni: un gruppo lavorava nell’aula di arte sulla cartina geografica del mondo e altri gruppi rimanevano nelle rispettive aule ad eseguire un altro esercizio, che consisteva nel colorare ogni stato, rappresentato su un piccolo planisfero, con i colori della rispettiva bandiera. In questo modo abbiamo scoperto dove si trovano alcuni paesi del mondo, come il Canada o le Isole Hawaii.

Per eseguire quest’opera abbiamo usato la tecnica del “collage”, ma con materiali prevalentemente naturali.

Abbiamo utilizzato frutta disidratata, legumi secchi, chicchi di caffè, tè, zucchero semolato, zucchero di canna, cereali vari, riso, sabbia, polistirolo, carta velina, colla vinilica, colla UHU e acqua.

Lo scopo di questo lavoro consisteva nel sapere bene da dove provengono certi cibi.

Il “nostro” planisfero sembra dire: << Mangia quello che vedi nella tua nazione, è più conveniente! >>.

Questo laboratorio ci ha dato l’opportunità e l’occasione di conoscere dove si trovano gli altri paesi e cosa in essi si coltiva maggiormente e perché si produce maggiormente un determinato prodotto. Per esempio, non abbiamo potuto incollare le banane sull’Italia perché nel nostro territorio non c’è un clima adeguato per far crescere questi frutti. Essi infatti sono stati incollati in India, dove il clima caldo e umido ne permette una grande produzione.

Abbiamo partecipato a questo concorso con grande impegno. Siamo soddisfatti del lavoro svolto perché abbiamo arricchito le nostre conoscenze e abbiamo lavorato produttivamente insieme, scambiandoci idee e consigli.

E’ stata un’esperienza indimenticabile.

Gli alunni delle classi quarte