percorso di quaresima a scuola

La nostra scuola vive la festa di San Biagio
January 28, 2022
Laboratorio robotica
April 20, 2022
Show all

percorso di quaresima a scuola

«Non stanchiamoci di fare il bene; se infatti non desistiamo a suo tempo mieteremo.

Poiché dunque ne abbiamo l’occasione, operiamo il bene verso tutti»

(Gal 6,9-10a)

 

La frase della lettera ai Galati di San Paolo è stata scelta come titolo del messaggio per la Quaresima che il papa ha inviato a tutta la Chiesa (Quaresima 2022: «Non stanchiamoci di fare il bene; se infatti non desistiamo a suo tempo mieteremo. Poiché dunque ne abbiamo l’occasione, operiamo il bene verso tutti» (Gal 6,9-10a) | Francesco (vatican.va).

Proprio in questi giorni, la realtà della guerra in Ucraina non può che spronarci ancora di più a vivere per noi e per i nostri bambini e ragazzi questo invito: non vogliamo stancarci di fare il bene!

Per questo la Quaresima si offre a ognuno di noi e anche all’interno del nostro percorso scolastico come un’occasione, un tempo propizio per seminare e mietere, come dice il papa nel suo messaggio.

 

Per la scuola primaria vivremo la Quaresima come un vero e proprio cammino verso la Pasqua, per scoprire il grande tesoro dell’amore di Gesù. All’inizio del percorso daremo una mappa con una strada che si arricchirà ogni settimana di uno strumento per continuare a camminare bene: il bastone, la corda, la lanterna, l’acqua e il pane: ognuno di questi simboli richiama a un brano del vangelo e ci permette di accostare qualche tratto della vita di Gesù e di vivere più in profondità qualche attenzione verso noi e verso gli altri.

 

Per la scuola secondaria, seguiremo la parabola del padre misericordioso (Lc 15), che descrive i rapporti tra il padre e i due fratelli. È come un riassunto del vangelo e un confronto nei nostri rapporti. Leggeremo anche alcune testimonianze della Comunità Kairos di don Claudio Burgio, impegnato nell’accompagnamento e nell’educazione di giovani legati a situazioni di disagio. Ci sarà anche la possibilità di vivere un incontro-testimonianza con educatori della comunità.  

 

Accompagneremo questo cammino di riflessione con gesti di carità e di cura dei compagni, con possibilità di spendere il tempo come un dono per l’altro.